.

Al contenuto | Al menu | Alla ricerca

L'inizio di Tutto

Avevo 11 anni, andavo alle medie ed uscivo da scuola alle 13, i miei genitori invece, dal mercato rincasavano alle 15, ogni volta che tornavo a casa c'era il pranzo preparato da mio Padre o da mia Madre in frigo, solo da scaldare, con alcuni suggerimenti delle maestre imparai a non buttare semplicemente il cibo in una pentola e riscaldarlo, ma imaprai con olio, spezie e acqua e migliorarlo un pò, sempre con l'idea chiara che, il riscaldato non mi garbava molto.

In seconda media, all'età di 12 anni, espressi il desiderio di cucinare da solo senza che loro dovessero preoccuparsi di prepararmi le cose il giorno dopo, ma più che patatine fritte, sofficini e pasta non sapevo fare, fu una fredda giornata d'inverno che trovai un vecchio libro di cucina in casa, dove c'erano un sacco di ricette, fu li che la mia passione per la cucina iniziò.

Mentre tutti spendevano le loro 5 mila lire al giorno in panini e schifezze alla mensa scolastica, io uscivo e andavo in drogheria a comprarmi spezie per le mie ricette, portavo a scuola la pagina della ricetta, me la studiavo, ogni giorno avevo qualcosa da comprare, un petto di pollo, le uova, qualsiasi cosa la ricetta richiedesse, la drogheria sotto la scuola chiudeva giusto quando uscivo, e ogni giorno mi aspettava con la mia nuova lista della spesa.

Ricordo chiaramente quanto tempo passavo anche in biblioteca a cercare nuove ricette, a cercare modifiche e soprattutto ccercando nuovi accoppiamenti, con cosa stava bene il petto di pollo? e la braciola di maiale? è bene mettere la cannella? timo o maggiorana?

Dopo due anni di prove, piatti e immensi pasticci in cucina a cui dovevo sempre rimediare prima dell'arrivo dei miei ero pronto alla prova del nove, quindi un pomeriggio, venerdì, mi misi a cucinare per i miei genitori, pasta con il ragù di carne con salsiccia, che avevo tanto provato negli anni e che poi, tutt oggi è diventato uno dei miei migliori piatti.

I miei genitori erano entusiasti del piatto tanto che non credevano assolutamente che l'avessi preparato io, nei giorni seguenti chiamarono mamme e sorelle dei miei amici, vicini di casa e conoscenti per sapere se qualcuno si fosse impegnato per cucinare per loro. Me la presi, e per parecchio tempo non cucinai più nulla per loro, per protesta, ma continuai a cucinare per me se non ogni giorno quasi ogni giorno, osservando comunque con piacere quanto a mio padre piacevano gli avanzi che io mettevo in frigo.

Proprio così è iniziata la mia passione per la cucina, data da una passione estrema per il mangiare, infatti, cucino ciò che paice a me, e cucino principalmente per me e per la mia famiglia. Sono anni che pubblico ricette su svariati siti come Kucinare.it, e ora ho deciso di pubblicarli anche sul mio personale blog.

Le mie ricette non devono piacere a tutti, non voglio commenti del tipo "io piuttosto di quello userei quell'altro" oppure "preferisco il bianco al rosso" ogni ricetta che posto arriva da svariati anni di prove e la versione definitiva, quella postata, è quella perfetta per me, siete liberi di copiarle e modificarle a piacimento, ma così, come le posto, sono la Mia Personale Cucina.

Questa piccola storia l'ho raccontata per introdurvi e darvi il benvenuto nella mia personale pagina delle Ricette.

Buon Appetito :)

Published on Lunedì, Aprile 1 2013 da MaxCancer